“Portare a Messina eventi innovativi che possano far crescere la nostra città”

1532363170905_1532363193

La “Due giorni” di “MessinaCon” si è appena conclusa ed è già tempo di tirare le somme, bisogna dire particolarmente soddisfacenti, relative a questa manifestazione che è riuscita ad attirare innumerevoli visitatori di ogni tipologia ed età, disegnatori e non, curiosi e professionisti del settore artistico, giovani e meno giovani, fumettisti e collezionisti presso i locali del Palacultura di Messina. <<Sono orgoglioso -dichiara soddisfatto Carmelo Picciotto-  di aver patrocinato, in qualità di Presidente di Confcommercio Messina, questo evento. Il progetto “MessinaCon”, nato con l’intento di realizzare nell’ambito dell’area dello Stretto manifestazioni di grande impatto che possano avere ottime ripercussioni in campo regionale, nazionale ed internazionale, grazie anche alle numerose collaborazioni con altri festival del settore, potrebbe, con un’adeguata e attenta programmazione, consolidarsi diventando un appuntamento annuale tra i più importanti del calendario estivo del Sud Italia, richiamando una moltitudine di partecipanti nella nostra città che si tradurrebbe in turismo di alto livello e in una notevole e positiva ricaduta economica. Sempre con la stessa finalità, è mia intenzione patrocinare altri eventi, come il Festival della Crescita e i Roadshow FIPE, che possano man mano trasformare la nostra meravigliosa città in abituale e mai più sporadico polo di attrazione>>.

32mila le manifestazioni prive di requisiti di autenticità: Fipe lancia l’allarme

21-14-20-48b3f0108950099d8989a17df806f4e1_XL.jpg

La stagione estiva arriva al suo apice nel mese di agosto e proprio in questo periodo si concentra il maggior numero di eventi di piazza, in particolare di sagre. A questo proposito, Fipe – Federazione Italiana Pubblici Esercizi – denuncia che sono circa 32.000 le manifestazioni prive di requisiti di autenticità che non promuovono prodotti tipici e non hanno legami con il territorio di riferimento. Una deriva commerciale che rischia seriamente di modificare la natura stessa di eventi che dovrebbero raccontare ed esaltare le tradizioni degli italiani.

La sagra del pesce di mare in alta montagna, con tanto di paella spagnola, a centinaia di km dalla costa, la sagra dell’arrosticino abruzzese nel varesotto o le migliaia di feste della birra che fanno sembrare l’Italia una provincia tedesca  sono solo alcuni esempi che dimostrano come, purtroppo, stiamo andando nella direzione sbagliata.

Lo scenario analizzato da Fipe ci dice che ogni anno nel nostro Paese si svolgono oltre 42mila sagre, in media 5 per ogni comune, per un complesso di 306.000 mila giornate di attività, con una durata media di 7 giorni, ed un fatturato notevole che arriva a 900 milioni di euro. Come detto, il fenomeno è fortemente concentrato nei mesi estivi e nelle destinazioni turistiche.

Ben 8 sagre su 10 si svolgono tra giugno e settembre, e proprio in questo periodo i giorni di attività si allungano fino a coprire il 90% del totale. In particolare, solo nel mese di agosto si realizzano circa 15000 sagre, ovvero oltre 104mila giorni dedicati a questi eventi, pari al il 34% delle giornate complessive dedicate ad esse.

<<I dati che riguardano il fenomeno delle sagre sono davvero impressionanti, ma ciò che ci spaventa di più è l’abusivismo dilagante. Sono tantissime le manifestazioni che non hanno requisiti di autenticità e non raccontano nulla dei territori dove vengono organizzate, mettendo da parte tradizioni e cultura in nome del profitto. Inoltre, c’è da segnalare che questi eventi generano un volume d’affari di circa 600 milioni di euro su cui non ci sono imposte e contributi, con grave danno non solo per l’erario, ma anche per tutti quei pubblici esercizi che devono rispettare leggi molto stringenti in materia di fisco, di sicurezza alimentare, di igiene, di accessibilità per disabili. Se le regole non sono uguali per tutti le “finte” sagre diventano una concorrenza che erode spazio e mercato ai pubblici esercizi onesti, obbligati sempre e comunque ad avere tutte le carte in regola – dichiara il Presidente Fipe Stoppani>>.

<<In generale la Federazione non è assolutamente contraria a queste manifestazioni. Tuttavia, crediamo sia importante dare priorità a quegli eventi enogastronomici con una riconosciuta valenza di tradizione, magari coinvolgendo gli operatori del territorio con la possibilità di creare partnership con i ristoranti della zona per proporre menù tipici ad hoc. Inoltre, sarebbe opportuno un intervento delle Istituzioni, con la creazione, da parte di ogni Regione, di un proprio registro delle sagre autentiche, per fornire ai Comuni delle linee guida da seguire – asserisce Carmelo Picciotto, Presidente di Confcommercio Messina e Fipe Messina>>.

Tutto pronto per MessinaCon 2019: al Palacultura torna il festival del fumetto e del fantastico

SITO, FB, MY BUSINESS, INSTAGRAM

Nella città dello Stretto è tutto pronto per MessinaCon 2019, il festival dedicato agli appassionati del fumetto e dei videogames. Unico vero evento COMICS in città, MessinaCon si svolgerà al Palazzo della Cultura “Palantonello” il 31 Agosto e l’1 Settembre 2019, dalle 11:00 alle 20:00 il primo giorno,  dalle 10:00 alle 20:00 il secondo.

Anche per questa edizione un ruolo importante l’avranno i “cosplayers”, parte vitale e colorata dell’evento, che con parate, concorsi e raduni spontanei saranno protagonisti del “cosplay contest”, in cui sfileranno e si esibiranno in una performance col proprio personaggio. Saranno presenti, oltre al Presidente di HIDRA EVENTI Giuseppe Mulfari, che organizza l’evento, un rappresentante della Giunta Comunale di Messina, il Presidente di Confcommercio Carmelo Picciotto e Anna Carulli per l’Ordine degli Architetti, che patrocinano l’iniziativa.

<<Il progetto MessinaCon nasce con l’intento di realizzare sul territorio dello Stretto una manifestazione con un ampio respiro nazionale e internazionale grazie alle numerose collaborazioni con altri festival del settore. Da qui, il concreto interesse di donare alla città un evento che possa negli anni consolidarsi come tra i più importanti appuntamenti estivi del Sud Italia. Quello delle fiere del fumetto e del videogame – spiega l’organizzatore – è diventato negli ultimi anni un fenomeno estremamente diffuso in Italia, arrivando a coprire l’intera penisola di numerosi appuntamenti dedicati ai più famosi eroi cartacei e virtuali. Il successo di questo tipo di manifestazioni risiede probabilmente nella capacità di intercettare il consenso di un pubblico vasto ed eterogeneo, in quanto l’offerta ludico/culturale risulta spesso ampiamente variegata, abbracciando tutta una serie di campi che vanno dal fumetto all’animazione, dal collezionismo ai giochi tradizionali ed elettronici. Messina, un palcoscenico ideale>>.

<<MessinaCon sarà un festival dedicato agli appassionati di fumetti, gadgets, animazione e videogames di ultima generazione. Il target a cui si rivolge la manifestazione è quindi di ampio raggio, raggiungendo tutte le fasce di età con particolare attenzione per i giovani e i giovanissimi. Tutta la città è coinvolta. All’interno della rassegna, diverse saranno le attrazioni, gli eventi e gli appuntamenti, che incentiveranno lo spettatore a non accontentarsi di una sola giornata di visita, ma a trattenersi in città per godere pienamente delle attività proposte. In particolare, il festival prevede un’area mercato, un’area games con giochi e videogiochi per tutti i gusti, un’area palco dove vi saranno numerose attività, ed un’area mostre, che ospiterà opere di artisti Nazionali e Internazionali – asserisce Carmelo Picciotto>>.

Una menzione particolare merita la mostra “Batman e i suoi 80 anni”, che celebra l’ottantesimo compleanno dell’eroe della DC Comics e riunisce una collezione che comprende fumetti, disegni originali, oggettistica e memorabilia della collezione Reviel Collection – Batman Exhibition, il più grande collezionista di Batman del Paese.

Domenica 1 settembre, alle 11:00, sarà presente Alessandro Messina, doppiatore di Sandor Clegane, “Il Mastino” di GOT, per una conferenza sul mondo del doppiaggio. Oltre a Game of Throne, ha prestato la sua voce per numerosi personaggi per Jimmy Jimmy, Wolverine and the X-Men, Odd Job Jack, Huntik – Secrets & Seekers, Shin Chan, Yukikaze, Hanamaru, Samurai deeper kyo, Trinity Blood, Godannar, Maetel, Il conte di Montecristo, Code Geass – Lelouch of the Rebellion, Totally Spies, Evangelium – Death & Air, Hanamaru, Gun Frontier e altrettanti film e serie tv tra cui Transformers 3, Millennium – Uomini che odiano le donne, Fast & Furious 6, Frozen, Scott Pilgrim vs. the World, Nip/Tuck, CSI, 24, Elementary, ecc.

EVENTI E INIZIATIVE FIPE

Picciotto-Carmelo-Papandrea-800x445.jpg

Fiere, iniziative pubbliche, convegni, roadshow, seminari, incontri di approfondimento sul territorio e campagne media: Fipe organizza e promuove, coerentemente con i suoi compiti istituzionali ed associativi, un ventaglio di iniziative e campagne di comunicazione a beneficio dei suoi associati e, soprattutto, del sistema turistico messinese.

<<Tali attività, siano esse presenze consolidate nel tempo o iniziative ad-hoc, sono concepite ed organizzate per informare al meglio gli associati e i consumatori, mettere in contatto il mondo delle imprese e creare una più stretta interazione di filiera; in più, gli eventi tematici e i roadshow danno la possibilità agli imprenditori di tenersi aggiornati sulle evoluzioni normative e sui benefici del marketing associativo – asserisce Carmelo Picciotto, presidente di Confcommercio Messina e Fipe Messina>>.

Per approfondire i vantaggi associativi e conoscere le modalità di iscrizione è possibile contattare l’Area Marketing Associativo: Tel. 090675524 – Email messina@confcommercio.it .

Oppure è possibile recarsi nella sede di Via G. Bruno n. 1 (Palazzo C.C.I.A.A.) – 98122, Messina.

O, ancora, è possibile scaricare la scheda di adesione ed il codice IBAN dal sito (https://confcommercio.me/come-associarsi/) e inoltrare il modulo compilato e la ricevuta di pagamento via email.

AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE PER LA RISTORAZIONE

o.459930.jpg

Per tutelare la salute del consumatore occorre conoscere i dogmi del “cucinar bene”. La sicurezza alimentare, la corretta gestione degli allergeni e la giusta combinazione nutrizionale sono, nella società attuale, gli imperativi che ogni operatore del settore alimentare è tenuto a rispettare. 

È questo lo spirito con cui, lo scorso 13 maggio, la Federazione Italiana Pubblici Esercizi, il Ministero della Salute, l’Istituto Superiore della Sanità, F.O.O.D. – Fighting Obesity through Offer and Demand e Reti Città Sane OMS, hanno presentato, presso il citato Ministero, il progetto “Aggiornamento e formazione per la ristorazione”.
Rappresentanti delle autorità controllanti ed autorevoli esperti del settore si sono riuniti con l’obiettivo di sintetizzare e semplificare, ma non banalizzare, le principali regole e offrire ai ristoratori strumenti utili per far fronte alle nuove esigenze in tema di salute e sicurezza dei consumatori.

Fipe Messina organizzerà alcuni workshops formativi in tema di sicurezza alimentare, corretta gestione e informazione degli allergeni, e adeguata combinazione nutrizionale degli alimenti. Per approfondire l’argomento contatta la segreteria di presidenza al numero 090 675524 oppure invia un’email all’indirizzo messina@confcommercio.it

 

Estate: è il cibo l’argomento più chiacchierato e fotografato in vacanza

l_800_cannoli-siciliani.jpg

È il food sharing il fenomeno dell’estate, che trascorre tra la fotografia di un piatto e l’altra. Di cibo si parla in spiaggia, in montagna e tra le vie delle città, ma è soprattutto sulla rete che si “scatena” la discussione. Con il selfiefood il cibo diventa quasi un rito, con una regola fondamentale: prima di essere gustato, un piatto deve essere fotografato e postato! Anche per questo cresce sempre più l’attenzione verso il lato estetico dei piatti, i ristoratori non possono che adeguarsi ed assecondare la crescente propensione dei consumatori a pubblicare i piatti sui social attraverso foto e video, al fine di esaltarne forme e cromatismo.

Il food sharing è un fenomeno ormai globale, che riguarda tanto i piatti cucinati dagli chef quanto quelli “casalinghi” e, soprattutto se italiano, il food è un valore aggiunto, tanto da dare vita a decine di hashtag a tema quali #italianfood, #italianfoodlover, #italianfoodstyle.

<<Anche in estate il rapporto con il cibo si dimostra un tratto distintivo della cultura degli italiani, ma non solo: il proliferare di hashtag che sintetizzano in una parola la ricchezza della nostra tradizione culinaria è l’ulteriore dimostrazione del fatto che la cucina italiana è una passione e un’ispirazione anche per milioni di turisti – dichiara Lino Enrico Stoppani, Presidente Fipe>>.

<<Sono orgoglioso di rappresentare una categoria che ancora una volta si dimostra fondamentale per la valorizzazione della filiera agroalimentare del Paese in quanto vetrina del Food in Italy e formidabile strumento di promozione della cultura e dei valori dell’Italia – asserisce Carmelo Picciotto, Presidente Confcommercio Messina e Fipe Messina>>.