Il 6 giugno a Roma l’Assemblea Generale di Confcommercio

audi-esterno.jpg

Giovedì 6 giugno, all’Auditorium Conciliazione di via della Conciliazione n. 4 (Roma), si svolgerà l’Assemblea Generale di Confcommercio – Imprese per l’Italia. I lavori avranno inizio alle ore 10.30 con la relazione del presidente di Confcommercio Carlo Sangalli. Chiuderà i lavori il vicepresidente del Consiglio e ministro dello Sviluppo Economico, Lavoro e Politiche Sociali Luigi Di Maio. Saranno presenti, tra gli altri: la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati; il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali e del Turismo Gian Marco Centinaio; il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani; il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni; il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia; i segretari generali di Cisl e Uil Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo; il presidente del Consiglio di Amministrazione di Intesa Sanpaolo Gian Maria Gros-Pietro; il presidente di Bnl – Gruppo BNP Paribas Luigi Abete; il Presidente di Atlantia Fabio Cerchiai.

VISUALIZZA E SCARICA LA LETTERA DI INVITO DEL PRESIDENTE SANGALLI: Lettera-invito-Presidente-Carlo-Sangalli_

Confcommercio Sicilia: “Bene l’ipotesi di anticipare i saldi al primo luglio”

B20436-Summer-Sale5.jpg

Confcommercio Sicilia ha deciso di aderire alla proposta di anticipare i saldi estivi al 1° luglio.

Una decisione dovuta al fatto che è apparso evidente a tutti il momento di particolare crisi del settore moda che, oltre alla concorrenza aggressiva della Grande Distribuzione Organizzata (GDO) e del commercio online, quest’anno deve far fronte anche a stravolgimenti climatici che stanno contribuendo ad una ulteriore contrazione degli acquisti, col rischio di rimanere con magazzini pieni di merce invenduta.

<<Ringrazio la presidente di Confcommercio Palermo e vicepresidente nazionale di Federmoda Patrizia Di Dio per il contributo dato all’incontro tra le parti sociali in assessorato regionale attività produttive su invito dell’assessore regionale Mimmo Turano>> afferma Carmelo Picciotto, Presidente di Confcommercio Messina. <<Accogliamo con favore questa proposta – prosegue Picciotto – perchè le nostre piccole e medie attività commerciali, legate in particolar modo al settore della moda, hanno bisogno di strumenti di aiuto in modo da smaltire i magazzini pieni di merce invenduta>>.

Consulenza pubblicitaria, il nuovo servizio di Confcommercio Messina

CONSULENZA PUBBLICITARIA.png

Per rafforzare la tua immagine nel tuo territorio, Confcommercio Messina ti offre un nuovo servizio di consulenza pubblicitaria a 360°: marchio, insegna, shopper, sito internet, app, modulistica, pubblicità, web marketing… Insomma, tutto ciò di cui hanno bisogno i tuoi prodotti e la tua azienda!

Confcommercio, sempre al tuo fianco!

Prorogata la scadenza del Ccnl terziario distribuzione e servizi

image.jpg

Confcommercio, insieme alle Organizzazioni Sindacali firmatarie del contratto collettivo Nazionale del Terziario, distribuzione e servizi (Filcams-CGIL; Fisascat-CISL; Uiltucs – UIL e UGL Terziario), ha raggiunto un accordo che sposta al prossimo 31 dicembre 2019 la scadenza del CCNL, in modo da riallineare tutte le diverse previsioni contrattuali attualmente esistenti nel settore e garantire alle imprese che applicano il CCNL Confcommercio condizioni di concorrenza uniformi.

Prosegue pertanto l’attività di sostegno alla contrattazione portata avanti da Confcommercio, dopo l’importante sottoscrizione dell’intesa del 17 aprile sulla stagionalità, che consente alle imprese di procedere alle assunzioni per l’imminente stagione estiva, senza gli stringenti vincoli del Decreto Dignità.

L’economia italiana è sempre più terziarizzata

IL+SETTORE+TERZIARIO

L’economia italiana è sempre più terziarizzata: tra il 1995 e il 2018 la quota di valore aggiunto prodotta dai servizi di mercato dei settori di rappresentanza di Confcommercio – commercio, turismo, servizi, trasporti, professioni – è infatti aumentata dal 37,1% al 39,7%, mentre nello stesso periodo l’industria ha ridotto la sua incidenza dal 29,1% al 23,8%. In generale, il terziario di mercato vale ormai quasi il 40% del totale dell’economia e poco meno del 47% dell’occupazione.

Si tratta di una tendenza confermata in modo ancor più evidente dal contributo che i servizi di mercato danno alla creazione di posti di lavoro. Sempre tra il 1995 e il 2018, infatti, la relativa quota di occupati è passata dal 37,4% al 46,9%, con un incremento complessivo di oltre 740mila occupati negli ultimi 3 anni, 50 mila dei quali nel solo nel commercio al dettaglio. Da parte sua, il contributo del manifatturiero si è ridimensionato dal 27,1% del 1995 al 21,7% del 2018, con 60mila posti in meno di lavoro nel triennio 2015-2018.

Tra i molti dati contenuti nel nostro studio spiccano poi un paio di novità da sottolineare: nei 24 anni presi in considerazione la nuova componente della rappresentanza di Confcommercio – le professioni – ha accresciuto il suo peso nel sistema economico, sempre in termini di valore aggiunto, passando dal 9,8% al 13%, mentre nel triennio di ripresa 2015-2018 è aumentata la produttività del commercio al dettaglio (+13,4%), realizzata con una crescita dell’occupazione pari 50mila unità. Passando infine alla situazione economica generale, bisogna sottolineare che nella prima parte del 2019 l’economia è in rallentamento, con una crescita che a fine anno sarà intorno all’1%, mentre peggiora il clima di fiducia di famiglie e imprese. Tra le principali cause della bassa crescita ci sono i difetti strutturali del nostro Paese, come l’eccesso di tasse e burocrazia e i deficit di legalità, infrastrutture e capitale umano. È un’economia frenata la nostra, quindi, che ci colloca  alle spalle dei principali partner europei: nel 2015-2018 la produttività del lavoro è cresciuta nel nostro Paese di appena lo 0,3%, dieci volte meno rispetto alla Germania (+3,3%), alla Francia (+3,1%) e alla media dell’area euro (+3%).

IMPORTANTE NOVITA’ PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE FEDERFIORI 2019

IMG-20190517-WA0003.jpg

Federfiori Confcommercio Messina propone un nuovo CORSO BASE che permette di intraprendere la professione di fiorista con sicurezza e competenza, perché ha aumentato i tempi dedicati alla formazione delle capacità tecniche e abilità manuali e ha rafforzato l’insegnamento delle tipologie di composizione più richieste dal mercato e fondamentali nell’attività di vendita al dettaglio di fiori e piante. Da sempre sappiamo che non ci si improvvisa fioristi in pochi giorni, ma lo si diventa attraverso un percorso che trasforma la passione in professione.

Desideri diventare un fiorista di successo? Ti aspettiamo il 7, l’8 e il 9 ottobre 2019 al nuovo corso base. LE ISCRIZIONI SONO APERTE FINO AL 30 SETTEMBRE 2019.

Inoltre, iscrivendoti a Federfiori Confcommercio Messina potrai godere di numerosi vantaggi e beneficerai da subito di uno sconto del 10% sulla quota associativa.

Per info rivolgersi agli Uffici di Confcommerico Messina (090 675524) o al Responsabile Provinciale di Federfiori Messina Nunzio Bombara (347 6636213)