MANOVRA, FIPE E FEDERALBERGHI BOCCIANO L’AUMENTO DELL’IVA SU RISTORANTI E STRUTTURE RICETTIVE

a2215d3cce33b7319f0654892f274c53_L.jpg

“L’aumento dell’IVA sulle imprese alberghiere e della ristorazione costituirebbe una iattura, con conseguenze gravi su un settore che conta più di un milione di occupati e che ha un impatto economico complessivo di oltre 120 miliardi di euro. Proseguendo su questa strada si finirebbe per fare un danno all’economia dell’intero Paese”. Con queste parole Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi, e Lino Stoppani, presidente di Fipe, bocciano senza appello le ipotesi di aumento delle aliquote IVA che continuano a circolare.

“Le imprese del settore turismo attraversano una fase di difficoltà, determinata da un insieme di concause, tra cui spiccano il calo della domanda tedesca (nostro principale mercato estero), la stagnazione della domanda italiana (che costituisce il nostro principale mercato), il fallimento del secondo tour operator europeo (che ha lasciato due miliardi di euro di debiti), il dilagare degli abusivi e della concorrenza sleale e la riapertura di alcuni mercati della sponda sud del Mediterraneo (in primis Egitto, Turchia e Tunisia)”, affermano i due presidenti.

“Un aumento delle imposte, oltre a costituire un clamoroso tradimento delle promesse solenni pronunciate pochi giorni orsono dal Governo nato per scongiurare l’aumento delle aliquote IVA, si tradurrebbe in un grave colpo alla competitività del sistema di offerta turistica italiana, a tutto vantaggio dei paesi concorrenti”.

“Ci auguriamo quindi che le indiscrezioni circolate in queste ore vengano definitivamente ed ufficialmente smentite e che la manovra di bilancio, oltre a sterilizzare le clausole IVA, contenga misure concrete per accompagnare lo sviluppo di un settore cruciale dell’economia”.

LABORATORIO FORMATIVO FIPE BUSINESS SCHOOL – Trend di consumo: opportunità di fatturato

<<In un mercato come quello dei pubblici esercizi, interpretare le esigenze del target e l’evoluzione dei suo bisogni  è una chiave fondamentale per il successo. Soltanto cogliendo i nuovi trend dei consumi è possibile essere protagonisti attivi, distinguersi nell’abbonanza dei competitor e far crescere il proprio business. Alla luce di questa consapevolezza, la FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) di Messina vuole fornire agli associati strumenti concreti per migliorare la gestione delle attività e per questo stiamo organizzato il primo LABORATORIO ESPERENZIALE per cogliere le opportunità di business che si celano dietro ai nuovi bisogni della clientela ed aumentare il fatturato>>. Queste le parole di Carmelo Picciotto, presidente di Confcommercio Messina e di Fipe Messina, sul nuovo progetto dedicato agli associati.

Il laboratorio si articolerà in due parti: nella prima verranno trasferiti contenuti e stimoli e forniti strumenti di lavoro; nella seconda il gruppo verrà attivato nella gestione di un caso reale riportato ai partecipanti, potrà confrontarsi con un imprenditore di successo del settore e verranno forniti strumenti concreti per la gestione delle attività.

Per conoscere le date del laboratorio e per maggiori informazioni contattare l’area marketing associativo: messina@confcommercio.it – 090675524

LABORATORIO FORMATIVO Fipe Business School

B0ag98hf

Il successo che i roadshow e gli incontri dedicati  ai pubblici esercizi hanno riscontrato hanno spinto la Federazione a fare un ulteriore passo in avanti per sviluppare un modello formativo sulle tematiche della gestione manageriale delle imprese.
E’ da queste premesse che nasce la Fipe Business School, che non vuole essere un luogo di formazione ma un contenitore di idee, competenze e tecniche manageriali accessibili alle imprese associate per il tramite delle associazioni territoriali.

Lo scopo è di costruire modelli e strumenti a disposizione delle imprese per migliorarne la capacità di stare sul mercato sia sotto il profilo commerciale che sotto quello della gestione, segnando in tal modo una profonda discontinuità nel campo dei corsi di formazione rivolti alle piccole imprese di pubblico esercizio.

Per maggiori informazioni sui nostri corsi, contattare Fipe Messina: 090/675524 – messina@confcommercio.it

DIVENTA IL MANAGER DELLA RISTORAZIONE DEL FUTURO

78f9562d9def237e4a6a6ce11f84d10e_L.jpg

Corso operation management: manager in food, banqueting & catering services 

Un nuovo assunto su cinque in Italia è nel food.

Il Food & Beverage rappresenta ormai il secondo settore manifatturiero in Italia, con oltre 56 mila imprese per un fatturato che supera i 140 miliardi di euro di cui 35 derivanti dalle esportazioni ed un trend in continuo aumento che nel 2018 ha segnato un + 2,8% rispetto al 2017 ed un +25,2% rispetto al 2013 (cfr. Rapporto sull’industria alimentare in Italia stilato dalla LUISS Business School).
Il Food & Beverage è dunque un settore strategico e l’evoluzione di questi ultimi anni richiede manager preparati con competenze che spaziano dalla pianificazione e direzione del servizio fino alle più innovative tecniche del servizio. Ecco dunque il corso “Operation management: manager in food, banqueting & catering services”, promosso dalla Fipe business school in collaborazione con l’Università cattolica del Sacro Cuore di Milano e la società HR Change. <<Il corso è stato pensato per fornire strumenti tecnici e manageriali fondamentali per avere successo nelle aziende della ristorazione, dell’hotellerie, del mondo del retail italiano e internazionale – racconta il socio partner di HR Change, Giorgia Fiorani – e colmare le lacune esistenti nel comparto>>.

Il corso si terrà a Roma, presso la sede FIPE, a partire dal 21 ottobre per concludersi il 4 maggio 2020.

Per partecipare è necessario inviare la propria candidatura via mail entro il 7 ottobre 2019 ad HR Change – Chiara:
Mail: hrassistant@hrchange.it
Sito internet: http://www.hrchange.it/iii-edizione-corso-alta-formazione-in-operation-management

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione a coloro che avranno frequentato almeno il 75% delle lezioni.
La quota di partecipazione all’intero percorso è fissata in Euro 4.636,00 (3.800.00 + IVA 22%). Per gli associati è previsto uno sconto del 30%.

Confcommercio Messina esprime il proprio cordoglio per la dipartita della Sig.ra Antonietta Puglia

lutto-2

Carmelo Picciotto, presidente di Confcommercio Messina, esprime a nome suo e di tutta la Confederazione il profondo cordoglio per la dipartita della Sig.ra Antonietta Puglia e si dichiara sentitamente vicino a Ricky Portera, artista messinese che ha portato in alto il nome della nostra città.

Proprio per rispetto alla sua famiglia e a lui, che con la sua presenza ha permesso ai tanti esercizi commerciali di organizzare serate musicali riuscitissime ed ha riportato la movida nel centro storico, Picciotto invita i gestori delle numerose strutture presenti nella nostra realtà cittadina a sospendere l’attività durante le esequie.

Confcommercio, si riunisce la Commissione Sicurezza: una delegazione del Trentino a Messina

WhatsApp-Image-2019-09-07-at-21.18.06.jpeg

Ieri il secondo incontro fra la Commissione Sicurezza e Prevenzione di Confcommercio Messina e la Commissione Sicurezza di Confcommercio Trentino

Si è svolto ieri il secondo incontro fra la Commissione Sicurezza e Prevenzione di Confcommercio Messina e la Commissione Sicurezza di Confcommercio Trentino, nel quadro di future collaborazioni di scopo.
Il Presidente Carmelo Picciotto ha ospitato unitamente ai componenti della Commissione, Giovanni Crimi di Federfarma, Corrado Andrè di Anapa, Massimo Barbera di FIT, anche il Presidente Gianni Gravante, delegato da Confcommercio Trentino alla promozione sul territorio d’iniziative utili a creare sinergie in vista di future Collaborazioni, componente della commissione Antiracket ed usura del Ministero degli Interni.
L’obiettivo è quello di fare rete e rendere più incisive le azioni di contrasto al crimine attraverso una continua collaborazione fra le varie organizzazioni e le Istituzioni nell’interesse degli associati e, più in generale, per la collettività.

Presto i nuovi corsi di Confcommercio Messina

B0ag98hf.jpg

Il periodo estivo, ed il mese di agosto in particolar modo, sono caratterizzati da un’ovvia intensificazione dell’attività lavorativa di tutti gli esercizi pubblici preposti alla ristorazione in ogni sua sfaccettatura, allo svago in ogni sua tipologia, al residenziale di ogni livello e all’accoglienza turistica e vacanziera in generale. La FIPE – Federazione Italiana Pubblici Esercizi-, a tal proposito, ha avviato un’accurata analisi relativa all’andamento di strutture alberghiere e di ristoranti, di bar e stabilimenti balneari, di discoteche e di ogni altra possibile tipologia di attività collegata allo svago e al relax. Da tale studio è emerso come sia indispensabile creare, nel variegato campo della ristorazione come dell’accoglienza intesa a 360 gradi, figure professionali all’altezza del ruolo che andranno a ricoprire. Carmelo Picciotto, presidente FIPE Messina e Confcommercio Messina, si è a tal proposito impegnato ad organizzare corsi che possano formare adeguatamente le figure professionali che, come è emerso, vengono costantemente richieste. Il futuro occupazionale della nostra città e della nostra Terra deve necessariamente orientarsi verso un’adeguata formazione dei nostri giovani per consentire loro un immediato e proficuo ingresso nel mondo del lavoro. Per fare questo il presidente Picciotto dichiara che <<la Confcommercio di Messina è pronta ad organizzare corsi formativi che possano plasmare adeguatamente barman, camerieri e altre tipologie lavorative indispensabili nel campo della ristorazione. Successivamente i giovani abilitati saranno messi in contatto con le aziende affiliate alla FIPE richiedenti personale specializzato. Solo così il motore occupazionale del nostro territorio potrà riprendere a funzionare e ad essere competitivo, restituendo forza-lavoro e dignità ai nostri giovani>>.