L’importanza del settore turistico nell’economia messinese

37643983_1772634489484598_7493614296723619840_n

Articolo di Carmelo Picciotto

Tempo di vacanze e di giorni liberi da dedicare alla visita di località belle ed accoglienti. Perché non decidere, allora, di venire proprio in Sicilia?

Che la nostra fosse un’isola bellissima lo sapevamo già, ma adesso arriva la conferma ufficiale. Lo ha stabilito una ricerca di Condé Nast, che annualmente pubblica la classifica delle isole più belle del mondo e che ha piazzato al terzo posto, subito dopo le Maldive e le Isole Greche, la Sicilia. Spiagge bellissime, città d’arte e beni Unesco: alla Sicilia non manca proprio nulla ed i visitatori se ne innamorano.

Terra di miti e antiche tradizioni, crocevia di popoli e culture che hanno incantato nei secoli poeti e scrittori, la Sicilia non ha nulla da invidiare alle località turistiche più gettonate. Basti pensare alla bellezza dello Stretto e del Duomo di Messina, alla maestosità dell’Etna, alla Scala dei Turchi, alla Valle dei Templi di Agrigento o alle cittadine normanne di Monreale e Cefalù.

Nel 2018 la provincia di Messina è stata medaglia d’oro in Sicilia per il numero di turisti, accogliendo il 23,8% del totale regionale. A seguire Palermo, Trapani e Catania, rispettivamente con il 20,3%, il 15,8% e il 14,2%. Numeri che, presi complessivamente, costituiscono il 74,1% delle presenze rilevate in tutta la Sicilia, nonché il 2,6% a livello nazionale.

In generale, abbiamo assistito ad una crescita esponenziale del turismo in tutta la Regione, tale da farle raggiungere i 14,7 milioni di visitatori.

Grazie al sole, al mare, alle bellezze paesaggistiche e al suo ricco patrimonio culturale (gastronomia compresa), la Sicilia, inoltre, è riuscita ad attirare più turisti di molte altre regioni italiane classificandosi decima a livello nazionale per numero di arrivi e attraendo il 3,9% del totale di turisti che sono giunti sulla Penisola. Si è attestata, invece, al tredicesimo posto per numero di presenze. Il totale di visitatori stranieri, inoltre, è cresciuto negli ultimi 10 anni di 9,4 punti percentuali, passando dal 39,9% del 2009 al 49,3% del 2018. A Messina i visitatori stranieri in vacanza sono stati addirittura il 61,6% del totale.

Tali dati, decisamente positivi, indicano, a livello locale e regionale, una maggiore capacità di crescita e di azione delle imprese operanti sul territorio. Il boom, in particolare, ha riguardato i B&B, in cui le presenze turistiche sono aumentate del 23,9%, ed i ristoranti, in cui sono incrementate del 19,7%.

Questa è la fotografia di un settore in salute e diventa quindi fondamentale dotarsi di un programma pluriennale di sviluppo turistico. Concordo appieno con il presidente di Confcommercio ed Unioncamere Carlo Sangalli che, durante il convegno “Imprese-Turismo”, ha sottolineato come <<il turismo è uno straordinario volano per il rilancio del sistema Paese>>. La Regione, ben consapevole del valore strategico del settore turistico e delle sue infinite opportunità, deve potenziare gli investimenti e creare le sinergie per un miglioramento generale del sistema.

LEGGI ANCHE L’INTERVENTO DEL PRESIDENTE SANGALLI AL CONVEGNO “IMPRESE-TURISMO”: https://www.confcommercio.it/-/turismo-sangalli-unioncamere

 

VOUCHER, FIPE CON IL MINISTRO CENTINAIO

69f8abbbe5955ea97c2cf682f9eedec1_XL.jpg


<<È fondamentale uno strumento efficace che garantisca flessibilità ai settori ad alta stagionalità, come turismo e ristorazione>> .

<<Sosteniamo con ferma convinzione che la cancellazione dei voucher sia stato un errore e un danno per le imprese del turismo e della ristorazione. Ancora oggi manca uno strumento efficace per regolamentare le prestazioni di lavoro occasionale che, come già ampiamente dimostrato, sono un’esigenza per chi opera in un settore fortemente condizionato dalla stagionalità>> dichiara Lino Enrico Stoppani, Presidente di Fipe, Federazione Italiana Pubblici Esercizi.

<<Siamo quindi pienamente d’accordo con quanto affermato dal Ministro Gian Marco Centinaio: i voucher continuano a rappresentare per il nostro settore uno strumento indispensabile per garantire a tutti gli operatori – imprese e lavoratori – di poter lavorare con quella flessibilità che il settore del turismo richiede. Pertanto auspichiamo che la richiesta del Ministro venga ascoltata, e che si prospetti un futuro ripensamento del sistema per tracciare e retribuire le prestazioni occasionali in maniera efficace>> conclude il Presidente.

Questa la posizione di Fipe rispetto alle dichiarazioni del ministro Gian Marco Centinaio nel corso del convegno “Imprese-Turismo” di Unioncamere.

LA RISTORAZIONE TRAINO DELL’OCCUPAZIONE ANCHE D’ESTATE

0e5f3c20c55ee6759e1cbdd372c122c4_XL.jpg

Nel mese di giugno creati oltre 100 mila posti di lavoro, ma per uno su quattro non si trova personale. 

<<I dati Excelsior sui fabbisogni occupazionali delle imprese nel mese di giugno parlano chiaro: a trainare la domanda di assunzioni è la filiera turistica ed in tale ambito il ruolo di primo piano spetta alla ristorazione con 101mila nuove assunzioni, oltre il 20% di quelle totali, che ammontano a 473mila>> dichiara FIPE – Federazione Italiana Pubblici Esercizi.

<<Il fatto più preoccupante è che in un caso su quattro le imprese hanno difficoltà a trovare figure professionali adeguate al profilo richiesto, soprattutto tra il personale di sala>> conclude la Federazione.

“L’AGENTE IMMOBILIARE DI SUCCESSO”. Corso di aggiornamento professionale organizzato da F.I.M.A.A. Messina

Locandina corso.jpg

Venerdì 21 giugno 2019, alle ore 9.30, presso la Sala Consulta della C.C.I.A.A. di Messina, si terrà il corso di aggiornamento professionale organizzato dal  Consiglio Direttivo di F.I.M.A.A. Messina “L’AGENTE IMMOBILIARE DI SUCCESSO. Come fare la differenza nel mercato attuale, distinguersi, lavorare meglio e guadagnare di più”.

Relatore sarà Gian Luigi Sarzano, uno dei coach di maggiore successo in ambito commerciale e comunicazionale.

E’ specializzato in comunicazione efficace, PNL, negoziazione e vendita, programmi di crescita e miglioramento personale.

Oltre allo studio ed alla ricerca continua, costante della sua attività, Gian Luigi Sarzano ha avuto una formazione imprenditoriale che deriva dall’agire in prima persona.

È stato premiato come miglior formatore italiano ai “Real estate awards 2014”. È autore di libri e pubblicazioni. Sarzano è inoltre founder di XFORMARE, l’Academy della comunicazione, società di consulenza e formazione, specializzata nel settore commerciale e di self empowerment.

Ha maturato significative esperienze professionali in ambito internazionale ed in più contesti, operando a più livelli nel mondo immobiliare e commerciale.

Il forte interesse per il real estate, per il marketing e per i settori commerciali in generale è stato immediato e si è trasformato in autentica passione, per poi svilupparsi in più settori, con esperienze imprenditoriali “dirette”.

Le competenze professionali specifiche e diversificate hanno contribuito a rendere Sarzano una figura di spicco e di riferimento nel panorama immobiliare e “trasversale” nel mondo commerciale, come manager e project leader eclettico ed estremamente operativo.

Ha esperienze rilevanti nella creazione di network, aggregazioni e start-up. Ha fondato e presieduto reti commerciali di successo a livello nazionale.

È stato immobiliarista, ha curato la realizzazione, la promozione e la vendita di numerosi complessi immobiliari. È esperto in trading e valorizzazioni immobiliari, frazionamenti, NPL-non performing loans (crediti in sofferenza) e rent to buy.

Le linee guida che contraddistinguono l’attività di Sarzano sono: etica e umiltà sempre e prima di tutto, “senso pratico”, concretezza ed immediatezza nell’applicazione dei concetti esposti, innovazione, competenza e professionalità.
E’ l’ideatore della “partecipazione attiva” del Cliente ai processi di acquisizione e vendita, così come  di numerosi strumenti operativi e iniziative commerciali.

Autore del format “Quello forte sei tu !” e di altri testi e programmi. Consulente e coach di aziende, gruppi, imprenditori e sportivi. Collabora con diversi laboratori formativi commerciali, immobiliari, del wellness e dello sport.

Sono invitati a partecipare al corso gli associati in regola con le quote e potranno estendere l’invito anche ai propri collaboratori. Per partecipare è necessario prenotarsi entro il  12 giugno p.v. : tel 090 675524 – email fimaa.messina@confcomercio.me.it  

ACCORDO INTESA SANPAOLO E FIPE: PREVISTA UNA SERIE DI INCONTRI FORMATIVI SUI NUOVI SERVIZI DIGITALI E SUI FINANZIAMENTI PER LE AZIENDE ASSOCIATE

5bab5ca84726aaa29d0bfd36c024c9af_XL

  • Spinta ai pagamenti digitali con l’azzeramento delle commissioni per gli esercenti per tutte le transazioni POS sotto i 15 euro 
  • Finanziamenti a condizioni agevolate e formazione per incentivare gli investimenti 
  • Prorogato il finanziamento per i creditori di Qui!Group

Intesa Sanpaolo e FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) hanno siglato lo scorso gennaio un accordo a favore delle oltre 100.000 aziende associate alla Federazione che operano nel settore della ristorazione, dell’intrattenimento e del turismo.

L’obiettivo è fornire alle aziende strumenti su misura per l’operatività quotidiana e per rispondere alle nuove esigenze: pagamenti digitali, fatturazione elettronica e finanziamenti per accrescere la qualità dei servizi e la capacità di competere.

Per favorire i pagamenti digitali, anche di piccolo importo, l’accordo prevede l’azzeramento delle commissioni in carico agli esercenti per tutte le transazioni POS di importo inferiore ai 15 euro.

Sul fronte dei finanziamenti è stata definita un’offerta esclusiva a sostegno dei programmi di investimento con condizioni dedicate e modalità innovative di accesso al credito. Inoltre, è stata prorogata la scadenza del finanziamento riservato ai creditori di QUI!Group, ancora in difficoltà in seguito al fallimento della società.

Gli associati FIPE, nuovi clienti Intesa Sanpaolo, potranno contare anche sul pacchetto Best Premium, che comprende un conto corrente con operazioni illimitate, con la possibilità di includere ulteriori prodotti e servizi a condizioni vantaggiose.

Tra i prodotti e servizi innovativi che completano l’offerta inserita nell’accordo, Intesa Sanpaolo mette a disposizione Digifattura, il servizio per gestire la fatturazione elettronica, e InfoVendite, una piattaforma di marketing intelligence che permette agli esercenti dotati di POS di visualizzare l’andamento delle vendite, di confrontarlo con quello dei competitor e di analizzare i comportamenti d’acquisto della clientela.

Il 10 giugno a Milano si è svolto il secondo di una serie di incontri formativi previsti nelle principali città con l’obiettivo di migliorare la cultura finanziaria delle imprese associate e di facilitare la relazione tra aziende e banca.

<<Il tema dell’accesso al credito è sempre più importante anche nelle piccole imprese. Non si tratta solo di un problema di costi ma soprattutto di strumenti adatti alle loro esigenze di sviluppo. La collaborazione con Intesa Sanpaolo intende dare risposte concrete alle pressanti domande che ci vengono dai nostri soci verso i quali prendiamo anche l’impegno ad avviare una serie di incontri sul territorio per migliorare il rapporto con la banca e per sviluppare la cultura finanziaria delle imprese>>, ha dichiarato Roberto Calugi, Direttore Generale di FIPE.

<<Abbiamo ritenuto importante rispondere con un accordo dedicato alle esigenze specifiche degli associati FIPE, poiché ristorazione, intrattenimento e turismo costituiscono un settore strategico per l’Italia. Come partner bancario, desideriamo contribuire alla crescita e allo sviluppo delle micro, piccole e medie imprese, offrendo servizi innovativi e facilitando l’accesso al credito grazie anche alla diffusione di una migliore cultura finanziaria>>, ha dichiarato Andrea Lecce, responsabile Direzione Sales & Marketing Privati e Aziende Retail di Intesa Sanpaolo.

Assemblea Generale Confcommercio 2019

IMG_7168.JPG.jpg

In un Auditorium Conciliazione gremito, si è tenuta oggi l’Assemblea Generale di Confcommercio – Imprese per l’Italia.

Nella sua relazione, il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli ha sottolineato che <<non basta quello che si sta facendo, la ripresa è quasi nulla e per la crescita si deve e si può fare di più>>. <<Innovazione, infrastrutture e riforma fiscale sono le chiavi per la crescita>>.

L’intervento del vicepremier Di Maio: <<Lo scorso anno sono venuto qui a dire che l’Iva non sarebbe aumentata e allo stesso modo dico oggi, con molta fermezza, che non aumenterà neppure nella prossima legge di bilancio>>. <<Lettera Ue paradossale, ci sarà trattativa>>.

La Relazione del Presidente Sangalli

I commenti sulla relazione

Il messaggio del Presidente della Repubblica Mattarella