TARIFFE SIAE 2019 – RINNOVO DEGLI ABBONAMENTI ANNUALI PER MUSICA D’AMBIENTE

1200px-nuovo_logo_siae.svg_

Si ricorda che il termine per il rinnovo degli abbonamenti annuali SIAE per la musica d’ambiente nei pubblici esercizi scadrà il 28 febbraio 2019.

La SIAE non ha applicato alle relative tariffe l’incremento sui prezzi al consumo rilevato dall’ISTAT; dette tariffe, pertanto, non hanno subito aumenti di prezzo rispetto al 2018.

Si ricorda che questo è l’ultimo anno in cui gli esercenti – che rinnovano l’abbonamento senza apportarvi alcuna modifica – possono scegliere secondo convenienza tra il nuovo modello tariffario introdotto nel 2017, commisurato alla superficie di somministrazione del locale, e quello precedente, determinato in base alla classificazione del locale.

Rimane ovviamente ferma la previsione di uno sconto sulle tariffe per gli esercenti associati alla FIPE tramite la presentazione, allo sportello o il caricamento sul portale web della SIAE, del certificato associativo. E’ bene ricordare che le agevolazioni riconosciute dalla SIAE ai pubblici esercizi associati sono vincolate al rispetto del termine di pagamento stabilito per l’abbonamento annuale che, come già rilevato, risulta fissato per il 28 febbraio 2019; in caso contrario gli esercenti saranno tenuti al pagamento della tariffa intera senza sconto e con gli interessi di mora.

Buon Compleanno Fimaa (1954-2019), da 65 anni al servizio delle imprese della mediazione

65annifimaa

L’inizio è stata una stretta di mano. La stessa che si trova nel logo di Fimaa Italia e di tutte le sedi Fimaa Territoriali.

Un segno di fiducia, un patto di alleanza con i consumatori e il mercato, con cui gli Agenti d’Affari in Mediazione di tutta la Penisola il 31 gennaio 1954 costituiscono Fimaa – Federazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari – affinché possa essere varata la prima legge che regolamenti l’accesso alla mediazione, integrando e perfezionando quanto già previsto dal Codice Civile del 1942 (artt. 1754 e ss.).

Fimaa da questa data diventa a pieno titolo l’organo di rappresentanza della Categoria dei mediatori d’affari, che riunisce i professionisti del settore immobiliare, merceologico, creditizio.

Atto di Affidamento dei commercianti messinesi a Santa Eustochia

IMG-20190129-WA0025.jpg

Si è rinnovato, presso il Santuario di Montevergine di via XXIV Maggio, l’Atto di Affidamento dell’Unione Generale dei Commercianti di Messina e provincia a Santa Eustochia Smeralda. Nell’occasione Carmelo Picciotto, presidente di Confcommercio Messina, ha donato come da tradizione il “cero votivo” espressione di fede e devozione alla Santa. La celebrazione Eucaristica è stata presieduta da Mons. Pietro Aliquò e da S.E. Mons. Giovanni Accolla, Arcivescovo della Diocesi di Messina – Lipari – S. Lucia del Mela. L’evento ultraventennale è stata l’occasione per rinnovare la preghiera alla Santa per le attività, le famiglie e tutta la comunità di Confcommercio. Alla celebrazione hanno partecipato l’assessore Dafne Musolino, in rappresentanza del primo cittadino Cateno De Luca, la madre superiore badessa Pavone, il professor Barbera coordinatore e promotore delle iniziative insieme a Mariagrazia Celona, Salvatore Sciliberto, Sabrina Assenzio. La celebrazione è stata accompagnata dal coro diretto dal maestro Giacomo Arena mentre è stata molto nutrita anche la presenza di dirigenti e dipendenti di Confcommercio. Durante la sua omelia, l’arcivescovo Giovanni Accolla si è soffermato sull’importanza del ruolo ricoperto dai commercianti all’interno del tessuto economico e sociale della città di Messina: << Oggi ci ritroviamo per affidarci a Santa Eustochia, nata da un’importante famiglia di commercianti messinesi; che la sua figura dia speranza ai commercianti che rivestono anche il ruolo di baluardo sociale cittadino nonostante le difficoltà di questo periodo storico.>> A questo proposito, dopo oltre cinque anni di lavoro ed impegno, la città di Messina avrà un nuovo regolamento riguardante l’occupazione del suolo pubblico. Questa svolta ha come obiettivo principale non solo lo sviluppo economico ma anche l’ammodernamento, l’abbellimento e la cura delle aree cittadine. Grazie agli sforzi di Confcommercio Messina ed al lavoro dell’assessore Musolino e del consigliere Interdonato, tutti i commercianti potranno mettersi in regola e sfruttare questo nuovo regolamento attraverso lo sportello FIPE – COSAP presente all’interno della sede di Confcommercio. Grande soddisfazione è stata espressa dal presidente Carmelo Picciotto in nome dell’intera categoria che rappresenta: << L’atto di affidamento a Sant’Eustochia è, ogni anno, un momento di grande emozione; come l’arcivescovo Accolla dal punto di vista religioso, così anche noi di Confcommercio vogliamo essere un punto di riferimento per l’intera città. I nostri progetti futuri hanno diversi obiettivi che si fondano sulla sostenibilità ambientale, sociale ed economica della città metropolitana di Messina>>.

Aperture domenicali: c’è l’intesa, il numero aumenta

IPERCOOP   FOTO DI © SANDRO MICHAHELLES/SINTESI

Il testo depositato alla Camera fa la sintesi tra le posizioni di M5S e Lega: esercizi commerciali aperti per metà delle domeniche dell’anno, 26 su 52, con deroghe per i giorni di festività nazionali, 4 su 12 (laiche e religiose). Le date delle aperture “standard” saranno scelte dalle Regioni, sentendo le associazioni di categoria e i sindacati.

Gli italiani e il cibo: un rapporto solido che dura nel tempo

salute grillo

Presentato il rapporto Fipe Ristorazione 2018 con i dati strutturali del settore e con un approfondito focus sul cambiamento degli stili alimentari degli italiani.

Il presidente Stoppani: “Ristoranti luoghi fondamentali per promuovere i corretti stili alimentari”. Il ministro della Salute Grillo: “Un’alimentazione corretta combatte i fattori di rischio di molte malattie”.

Atto di affidamento a S. Eustochia Smeralda Calafato

1413198418.jpg

Santa Eustochia Smeralda Calafato, Patrona dell’Unione Generale Commercianti della Provincia di Messina

 


O Santa Madre Eustochia Smeralda, vigile e attenta soccorritrice di chi ricorre a Te con fiducia, noi operatori economici, con umiltà Ti rivolgiamo la nostra fervorosa preghiera e Ti raccomandiamo le nostre famiglie e le nostre attività di ogni giorno.

Stendi anche su di noi il Tuo benevolo sguardo e la Tua generosa protezione.

Sii il nostro conforto e il nostro aiuto nelle difficoltà e nei pericoli ed intercedi verso il Padre celeste affinché, muniti della divina benedizione, possiamo svolgere il nostro lavoro con animo sereno.

Le nostre perseveranti preghiere giungano al Tuo grande cuore, sì da ottenere le grazie necessarie.

Tu sai che condividiamo le stesse fatiche e speranze che furono proprie dei tuoi familiari, che Tu hai continuato ad amare, anche quando Ti sei data a Cristo gesù “in altissima povertà”.

Perciò anche noi come i nostri padri e l’antico Senato di Messina, con devota confidenza Ti supplichiamo: “Non trascurare quelli che sono sangue Tuo e Tua carne, e fai si che ai Tuoi devoti venga abbondante il divino aiuto”.

CONFCOMMERCIO IMPRESE PER L’ITALIA  DI MESSINA