AL VIA LA CONFERENZA FIPE 2019

46570eb39ff8092a7859b95821176fee_XL.jpg

Appuntamento con i grandi del food, e non solo, per parlare dei trend di consumo e del futuro del settore 

 

Si è aperta oggi, martedì 25 giugno, la conferenza Fipe 2019 con la sessione dedicata agli scenari di consumo, che ha visto la partecipazione di uno speaker d’eccellenza, il Fondatore di Slow Food Carlo Petrini. Ad approfondire il tema Francesco Morace, Presidente di Future Concept Lab, mentre Enrico Bartolini, chef pluristellato, è stato chiamato a raccontare in che modo è possibile far convergere ricerca della qualità, replicabilità e cultura imprenditoriale nella ristorazione. Altro tema all’ordine del giorno è stato il futuro del lavoro nella dialettica tra innovazione tecnologica e dimensione umana come tratto distintivo del modello di servizio dei pubblici esercizi italiani. Il dibattito, a cui hanno partecipato Enrico Giovannini, docente e portavoce di AsVis, e Antonio Bonardo, Public Affairs Senior Director Gi Group, è stato un momento importante per tutti gli operatori del settore per confrontarsi su come i mutamenti della società, le abitudini dei consumatori e la tecnologia stanno cambiando e cambieranno il modo di lavorare di tutti i protagonisti del settore.

Nella seconda giornata della conferenza Fipe 2019 sarà protagonista il tema della rappresentanza, un’occasione per parlare dell’evoluzione necessaria che i corpi intermedi devono compiere affinché possano rispondere alle sfide e alle problematiche che il contesto odierno propone. Protagonisti della discussione saranno Giuseppe De Rita, Fondatore del Censis, Lorenzo Ornaghi, politologo e accademico, e Michele Ainis, Costituzionalista.

<<Questo momento di confronto e condivisione vuole essere un’occasione per dare a tutti i nostri associati gli strumenti per comprendere le sfide che dovremo affrontare nei prossimi anni>> spiega Lino Enrico Stoppani, Presidente di Fipe, che ha aperto e chiuderà i lavori della conferenza. <<Solo attraverso la comprensione dei cambiamenti che investono la società possiamo garantire la crescita di uno dei settori più importanti del tessuto economico del Paese e consentire ai nostri imprenditori di essere interpreti dei gusti degli italiani e della società, rimanendo quel simbolo del Made in Italy apprezzato in tutto il mondo>>.

<<Questa due giorni organizzata da Fipe è essenziale per aggiornare i protagonisti del mondo della ricettività e della ristorazione sui temi caldi che hanno coinvolto e coinvolgeranno l’intero settore: dagli scenari di consumo, passando alle sfide per il futuro del lavoro nel settore, fino ad un importante focus sulla rappresentanza>> afferma Carmelo Picciotto, presidente di Confcommercio Messina. <<Diventa fondamentale comprendere i mutamenti in modo da poter intervenire per tempo e continuare a far crescere la ristorazione, che si è confermata traino dell’occupazione anche d’estate, creando oltre 100 mila posti di lavoro nel mese di giugno>>.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...