IMPORTANTE NOVITA’ PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE FEDERFIORI 2019

In evidenza

IMG-20190517-WA0003.jpg

Federfiori Confcommercio Messina propone un nuovo CORSO BASE che permette di intraprendere la professione di fiorista con sicurezza e competenza, perché ha aumentato i tempi dedicati alla formazione delle capacità tecniche e abilità manuali e ha rafforzato l’insegnamento delle tipologie di composizione più richieste dal mercato e fondamentali nell’attività di vendita al dettaglio di fiori e piante. Da sempre sappiamo che non ci si improvvisa fioristi in pochi giorni, ma lo si diventa attraverso un percorso che trasforma la passione in professione.

Desideri diventare un fiorista di successo? Ti aspettiamo il 7, l’8 e il 9 ottobre 2019 al nuovo corso base. LE ISCRIZIONI SONO APERTE FINO AL 30 SETTEMBRE 2019.

Inoltre, iscrivendoti a Federfiori Confcommercio Messina potrai godere di numerosi vantaggi e beneficerai da subito di uno sconto del 10% sulla quota associativa.

Per info rivolgersi agli Uffici di Confcommerico Messina (090 675524) o al Responsabile Provinciale di Federfiori Messina Nunzio Bombara (347 6636213)

In vista delle elezioni europee del prossimo 26 maggio, presentiamo le proposte di Confcommercio – Imprese per l’Italia ed il punto di vista del Presidente di Confcommercio Messina Carmelo Picciotto

SANGALLI grande

Il nuovo Parlamento europeo dovrà affrontare questioni complesse, che condizionano pesantemente la vita quotidiana dei cittadini e delle imprese. L’Europa, infatti, ha realizzato uno straordinario spazio di libertà e di pace tra i popoli, ed un grande e libero mercato per le imprese. Ma non ha trovato le misure adeguate per affrontare la crisi economica. Ed è cresciuta nell’opinione pubblica una valutazione negativa sul lavoro delle istituzioni europee con una diffusa sensazione di astrattezza e complessità. L’Europa ha dunque bisogno di cambiamenti profondi. Perché questo riconoscimento non resti tuttavia opinione tanto diffusa, quanto inefficace, occorre un approccio schiettamente “eurorealista”: né euroscettico, dunque, né astrattamente federalista. All’elaborazione di questo approccio, Confcommercio – Imprese per l’Italia prova a dare un contributo, segnalando alcune sfide ed alcune risposte politiche prioritarie.

Sfide e risposte di tipo istituzionale: perché il miglioramento del processo decisionale europeo non può non affrontare i nodi della valorizzazione tanto del metodo di voto a maggioranza qualificata da parte del Consiglio, quanto dell’iniziativa legislativa di competenza del Parlamento europeo. Ma, al contempo, un’Unione che sappia decidere ed esercitare politiche “alte” (da una politica comune per i flussi migratori agli investimenti in formazione ed infrastrutture sociali) dovrà impegnarsi per  una compiuta  declinazione del principio di sussidiarietà da parte dei diversi livelli di governo e nel rapporto con le parti sociali.

Sfide e risposte di tipo economico: perché l’obiettivo del Trattato europeo di far dell’economia europea “un’economia sociale di mercato fortemente competitiva, che mira alla piena occupazione ed al progresso sociale” richiede tanto compiutezza d’integrazione economica (e non solo monetaria) a partire dall’integrazione fiscale e finanziaria, quanto impulso alle riforme strutturali ed alla domanda aggregata dell’eurozona.

Tre proposte, allora, nella direzione dell’integrazione che serve.

La prima è l’esclusione degli investimenti pubblici cofinanziati dai fondi europei dal computo del deficit rilevante ai fini dei patti di finanza pubblica europea. Se ne gioverebbe, infatti, la capacità complessiva dell’Europa di investire sul suo futuro: a partire dalle reti infrastrutturali e dagli investimenti in innovazione e capitale umano. Ma anche in riferimento ai temi dell’agenda urbana ed ai processi di rigenerazione urbana come parte integrante di un modello di crescita europeo più sostenibile: ambientalmente, economicamente e socialmente.

La seconda proposta è il completamento dell’Unione bancaria, attraverso il pilastro dello schema unificato di garanzia dei depositi, agevolando così la circolazione dei capitali ed attenuando squilibri di credito e di investimenti.

La terza proposta è la messa in campo di un’efficace web tax europea. Perché la competitività europea sul digitale va perseguita, ma un’equa tassazione delle multinazionali del web è davvero una regola di base per il corretto funzionamento dei mercati dei prodotti e dei servizi e per il giusto finanziamento dello stesso bilancio europeo.

Sono proposte che, con realismo e determinazione, guardano al futuro: dei giovani, anzitutto, che considerano l’Europa come la dimensione naturale della loro cittadinanza. Perché i ragazzi dell’euro, nati a cavallo del nuovo millennio, valgono più di quello che dell’Europa non funziona. Questi ragazzi sono il valore aggiunto dell’Europa. Ed è nostra la responsabilità di rendere sempre più grande il loro orizzonte e sempre più forte il loro futuro.

<<Dopo che il Consiglio Generale di Confcommercio ha incontrato il mondo della politica con l’obiettivo di proseguire e rafforzare il dialogo coi partiti che si candidano a formare il nuovo Parlamento europeo, spero vivamente che i rappresentanti di suddetti partiti accolgano le richieste della Confederazione – afferma Carmelo Picciotto, Presidente di Confcommercio Messina>>. <<Se negli anni della crisi economica non ci fosse stato un radicato tessuto imprenditoriale e commerciale avremmo fatto la fine della Grecia, dobbiamo essere grati alla nostra economia reale – conclude Picciotto>>.

“LA CITTA’ SI-CURA. Collaborazione per la sicurezza partecipata tra Cittadini e Forze di Polizia”

IMG-20190513-WA0019.jpg

Non solo controllo e repressione, ma interventi coordinati che attengono alla sfera della prevenzione e della coesione sociale. Sono questi i concetti cardine che sono stati alla base dell’incontro “LA CITTA’ SI-CURA. Collaborazione per la sicurezza partecipata tra Cittadini e Forze di Polizia” tenutosi oggi, lunedì 13 maggio 2019, alle ore 9:00, nel Salone delle Bandiere del Comune di Messina.

Dagli interventi è emerso come in questi anni la nozione di sicurezza si è progressivamente ampliata, assumendo contorni e contenuti di più larga e articolata portata. Secondo una visione condivisa, il nuovo concetto di sicurezza non si riduce solo a perseguire fatti penalmente rilevanti, ma si allarga a comprendere manifestazioni di vario genere che, comunque, incidono, direttamente o indirettamente, sulla tranquillità sociale e sulla percezione stessa della sicurezza. Rispetto a tale contesto, appare evidente l’importanza dell’attività di prevenzione nelle sue varie forme ed espressioni, prevenzione che non può essere considerata compito esclusivo  delle forze dell’ordine, proprio per la molteplicità dei fattori che concorrono a determinare la sicurezza.

<<L’ampiezza del tema e la sua trasversalità inducono a ritenere che sia necessario un nuovo approccio sistematico e razionalmente orientato sul tema sicurezza, e una sicurezza “partecipata”, cercata, cioè, attraverso il concorso fattivo di tutti gli attori sociali ed istituzionali, che nasca da un comune senso di appartenenza, da un processo di scambio, di partecipazione e di vicinanza – asserisce Carmelo Picciotto, presidente di Confcommercio Messina>>. <<Una responsabile condivisione, pertanto, degli elementi di analisi e di valutazione delle situazioni e delle potenzialità d’intervento, per poter compiere – ciascuno per la sua parte -, ma tutti lungo una linea d’azione comune, le scelte più utili e opportune – conclude Picciotto>>.

CONFCOMMERCIO MESSINA: UN’APP PER COMUNICARE, UN’APP PER FARE BUSINESS!

facebook, twitter e sito (1)

Scarica gratuitamente l’APP Confcommercio Messina da Google Play e App Store: http://onelink.to/3kn8gt?fbclid=IwAR17bShQgTeT2XykiUVSa-ozsFcqe1YrFzXH07ssL4HnK8FMKtoIJQItdfc

 

Il mondo sta cambiando. Ecco la nostra visione del futuro. Sappiamo che Confcommercio non è solo una semplice associazione, bensì una confederazione che raggruppa e tutela gli interessi di molteplici categorie. Questa caratteristica ci offre maggiori potenzialità di evoluzione a patto che si intercettino, in maniera tempestiva, le esigenze di innovazione che il mercato richiede anche in funzione dei cambiamenti intervenuti in questi anni nella clientela.

Sappiamo che non esiste una ricetta univoca per costruire “la Confcommercio del futuro” e che non tutti immaginano la stessa “confederazione del futuro”, ma sappiamo che possiamo fare tanti “passi” insieme, “passi” che oggi ci vedono al fianco degli associati in un percorso di crescita, volendo proporci come facilitatore di innovazione grazie alla rappresentatività e alle relazioni che riusciamo a mettere a sistema.

La professionalità che abbraccia più settori, la cortesia, il radicamento territoriale e i legami di fiducia che si generano con la clientela possono essere considerati come dei plus funzionali al raggiungimento di un risultato che non potrà che generare elevati gradi di pedonalità e, indirettamente, aumento del business tradizionale.

In vista di tale ambizioso progetto abbiamo ritenuto indispensabile sviluppare un nuovo strumento informatico utile al miglioramento delle comunicazioni. Uno strumento  che permetterà, da un lato, all’associato di dialogare con il cliente finale e, dall’altro lato, di gestire sistematicamente le comunicazioni con i nostri funzionari Confcommercio Messina.

Confcommercio Messina  ha così creato, con il supporto tecnico di Migastone, un’App facile da usare per semplificare le comunicazioni. Non più pc, non più email, ma semplici notifiche gestite direttamente sullo smartphone, veloci, efficienti ed efficaci. L’App permetterà all’associato di comunicare:

  • verso l’alto, dialogando con un funzionario Confcommercio Messina preposto alla categoria di riferimento con il quale si potranno risolvere problematiche di natura sindacale ed offrire opportunità legate ai servizi Confcommercio. Resterà invariata la metodologia di comunicazione per la Segreteria Confcommercio, che attraverso newsletter, comunicazioni singole, sondaggi informerà gli associati su opportunità e convenzioni stipulate a livello nazionale dall’associazione;
  • verso il basso. Ogni associato avrà la possibilità di informare la propria clientela, tramite uno spazio sul Marketplace dell’applicazione, circa i nuovi servizi, le promozioni, le novità e i vantaggi che di volta in volta si vorranno mettere in evidenza.

Vieni nella sede di Via G. Bruno, 1 e richiedi il volantino con il qr-code da appendere all’interno della tua attività. Se riusciremo a diffondere e divulgare l’app, potremo monitorare il comportamento di spesa di migliaia di consumatori generando delle commissioni per le aziende associate.

Rimani connesso con la tua Associazione, scarica subito gratuitamente l’App Confcommercio Messina.

Per maggiori informazioni: 090 675524

Presentazione Ufficiale “LA CITTA’ SI-CURA”, 1^ Giornata sulla prevenzione e sicurezza nella lotta alla criminalità

IMG-20190509-WA0005

All’interno del Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, si è svolta questa mattina la conferenza di presentazione dell’evento “LA CITTA’ SI-CURA. Collaborazione per la sicurezza partecipata tra Cittadini e Forze di Polizia”. L’iniziativa si svolgerà giorno 13 maggio con inizio alle ore 9:00 presso il Salone delle Bandiere del Comune di Messina ed ospiterà la Dott.ssa Maria Carmela Librizzi, Prefetto di Messina, la Dott.ssa Annapaola Porzio, Commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket ed antiusura, il Dott. Giovanni Gravante, componente del Comitato antiracket ed usura del Ministero degli Interni e la Dott.ssa Giovannella Scaminaci, procuratore aggiunto della Repubblica. L’evento, coordinato e moderato dall’Avv. Silvana Paratore, è stato ideato dal Presidente di Confcommercio Messina Carmelo Picciotto. <<L’intento della giornata è realizzare condizioni di sicurezza stabili e durature, in modo da elevare il senso di sicurezza dei cittadini, rasserenarli e creare così la condizione di base indispensabile per lo sviluppo ed il benessere del Paese>> ha sottolineato Picciotto, << Le città senza sicurezza e partecipazione sono destinate a diventare deserte>>. Sulla stessa lunghezza d’onda Dafne Musolino, assessore alla Sicurezza Urbana: <<Il comune di Messina ha ottenuto un finanziamento per creare una rete di videosorveglianza integrata grazie alla quale la centrale operativa della polizia municipale sarà messa in collegamento con quella delle altre forze dell’ordine e garantirà un maggior controllo del territorio. Stiamo attivando controlli sempre più intensi e posso garantire che il controllo del territorio esiste nonostante il problema delle ridotte risorse umane>>. Erano presenti, alla conferenza stampa, anche il Dott. Giuseppe Gargano, tesoriere di Federfarma Messina, Corrado Andre’, presidente di Anapa, Salvatore Barbera, presidente provinciale della Fit, la Prof.ssa Mariella Di Giorgi, Presidente Kiwanis Club Messina e Francesco Lombardo della Cerebro cyber security. L’intero evento è promosso da Confcommercio Messina col patrocinio della Regione Siciliana, del Comune di Messina, dell’Università degli Studi di Messina, della Camera di Commercio di Messina, dell’Associazione Nazionale Insigniti dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana sez.di Messina, del Kiwanis Club Messina, della Cerebro Cyber Security, di Federfarma Associazione Sindacale dei titolari di farmacia della provincia di Messina, della Federazione Italiana Tabaccai Messina, dell’Associazione Nazionale agenti professionisti di Assicurazione.

“LA CITTA’ SI-CURA”, incontro sulla sicurezza promosso da Confcommercio

IMG-20190502-WA0014.jpg

Lunedì 13 maggio 2019, alle ore 9:00, nel Salone delle Bandiere del Comune di Messina, si terrà l’incontro “LA CITTA’ SI-CURA. Collaborazione per la sicurezza partecipata tra Cittadini e Forze di Polizia”.

Interverranno la Dott.ssa Maria Carmela Librizzi, Prefetto di Messina, la Dott.ssa Giovannella Scaminaci, Procuratore Aggiunto della Repubblica,  il Prefetto Annapaola Porzio, Commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket ed antiusura, e il Dott. Giovanni Gravante, Componente del comitato antiracket ed usura del Ministero degli Interni.

L’appuntamento fa seguito all’incontro del 3 aprile “Sicurezza e prevenzione nella lotta alla criminalità”, durante il quale Carmelo Picciotto, presidente Confcommercio Messina, Giovanni Crimi, presidente Federfarma Messina, Corrado Andrè, presidente Anapa, Massimo Barbera, presidente FIT Sindacato Provinciale Messina, ed il prefetto Dott.ssa Maria Carmela Librizzi hanno discusso di sicurezza e prevenzione con l’obiettivo di trovare delle nuove soluzioni per arginare l’escalation di rapine e microcriminalità in città, e risponde alle richieste degli operatori del settore di elaborare strumenti idonei per essere informati e maturare consapevolezza sulle attività che i cittadini possono mettere in campo per migliorare la collaborazione con le Forze dell’Ordine in un’ottica di “sicurezza partecipata”.

<<L’incontro evidenzia la grande voglia da parte di tutti di trovare le soluzioni adatte per combattere la microcriminalità – ha affermato Carmelo Picciotto. In piena collaborazione con il Prefetto e le forze dell’ordine vogliamo agire per rendere la città sicura e vivibile. Soltanto creando un clima di tranquillità anche il commercio cittadino potrà crescere>>.

Programma

ZES e lavoro: a Messina il convegno dell’Associazione Consulta Europea per i Diritti Umani e Civili

0001.jpg

“Il Lavoro nell’Economia Messinese e la Zona Economica Speciale” è il tema dell’incontro/intervista promosso dall’associazione Consulta Europea per i Diritti Umani e Civili che si svolgerà sabato 4 maggio 2019, alle ore 16.30, nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca.

Visualizza e scarica il programma: Programma